Recensione Braun Series 9 9385cc

Recensione Braun Series 9 9385cc

A 3 anni dall’ultima generazione, Braun ha deciso di rinnovare la Series 9 lanciando sul mercato nuovi modelli riconoscibili dal nome in codice che inizia con 93.

Dopo averlo provato per alcune settimane, in questa recensione vi voglio parlare del Braun Series 9 9385cc, ovvero il modello top di gamma della serie con stazione di pulizia Clean & Charge, rifinitura in grafite e custodia da viaggio in pelle.

Come al solito ho cercato di non tralasciare alcun particolare, ma in caso di dubbi vi invito comunque a lasciare un commento nell’apposito box a piè di pagina.

Nota: è importante farvi notare che questa recensione può fare al caso vostro anche se foste interessati ad acquistare altre reiterazioni della serie, come il 9395cc, 9365cc, 9360cc, 9340s e 9325s. Quel che cambia infatti sono solamente la colorazione e la dotazione di accessori, mentre in termini di costruzione e prestazioni di rasatura non ci sono differenze.

LEGENDA

Qualità costruttiva e comfort del rasoio

Series 9 a sinistra, Series 7 a destra

Braun Series 9 9385cc si presenta come un rasoio a lamina elegante e ben rifinito che, però, non spicca di certo per la sua qualità dei materiali.

Con questo non intendo che abbia particolari difetti, ma voglio semplicemente dire che mi sarei aspettato una maggiore sensazione di robustezza da un rasoio di oltre 300€. Per farvi capire, il Braun Series 7 che ho recensito tempo fa mi è sembrato ben più solido.

Ovviamente, gli elementi di rasatura non sono in plastica ma in acciaio inox e titanio, così come il rifinitore di precisione.

Detto questo, i soli 207 g lo rendono veramente comodo da utilizzare e il grip non è da meno: dietro e ai lati c’è la solita copertura gommata nera che lo incolla alla mano, anche in presenza di acqua o sapone da barbaWet&Dry). E poi gli elementi di rasatura sono completamente oscillanti, così da ottenere il massimo adattamento alle curve del viso.

Per rimuovere la testina si devono premere in contemporanea i due pulsanti situati ai lati di questa, mentre per rimetterla basta spingerla sul rasoio.

Nella zona frontale c’è lo slider per bloccare la testina in una delle cinque posizioni pre-impostate o per lasciarla libera di scorrere avanti e indietro.

Sotto di esso vi è il marchio “S9 Wet&Dry” e ancora più in basse il tasto multifunzione, che funziona in questo modo:

  • Pressione singola: accensione o spegnimento del rasoio;
  • Pressione prolungata di tre secondi: attivare o disattivare il blocco di sicurezza della testina, molto utile quando messo ad esempio in una valigia;
  • Pressione prolungata di dieci secondi: azzerare il contatore del cambio della testina.

Sotto al tasto multifunzione si trova il display, che in primis indica il livello di carica quando il rasoio è acceso, ma anche quando è attivo il blocco da viaggio tramite il simbolo di un lucchetto rosso.

Quando poi il rasoio viene spento, sul display appaio delle linee che indicano lo stato di salute della testina: in tutto sono cinque e, chiaramente, meno sono e più la testina è usurata. Queste sono settate per azzerarsi dopo 18 mesi (stima di Braun della durata di una testina), ma in ogni caso io continuerò a cambiarla “a sensazione”, quando noto un calo prestazionale.

E poi c’è l’indicatore della pulizia. Sempre allo spegnimento, dopo aver mostrato lo stato di salute della testina, se il display mostra un’icona raffigurante due gocce d’acqua significa che il rasoio è da pulire.

Tutto ciò è veramente inutile, perché ho notato che quell’icona appare praticamente sempre.

Sul retro c’è il trimmer di precisione scorrevole, i due contatti metallici per abbinare il rasoio alla stazione Clean & Charge e la porta per collegare il cavo di ricarica (lo stesso della stazione).

Accessori in dotazione

La dotazione di accessori di questo Braun Series 9 9385cc comprende:

  • La stazione Clean & Charge;
  • Una cartaccia di soluzione detergente per la stazione Clean & Charge;
  • Il cavo di ricarica lungo circa 120 cm;
  • Custodia da viaggio rigida in pelle;
  • Spazzolina per la pulizia di precisione.

Insomma, c’è tutto quello che serve. Ho apprezzato davvero tanto la custodia in pelle: ben rifinita e molto robusta, questa si trova solo nei modelli 9385cc e 9395cc (negli altri c’è la solita in tessuto).

Non c’è l’olio lubrificante, ma come ho spiegato nella recensione della Series 7 l’intento di Braun è quello di spingere gli utenti ad acquistate la stazione Clean & Charge, la quale si occupa anche della lubrificazione.

Efficienza della rasatura

Ma parliamo dell’efficienza di rasatura, sicuramente la discriminante più importante nell’acquisto di un nuovo rasoio elettrico.

Considerando il panorama attuale, questa nuova Series 9 di Braun è senza dubbio il non plus ultra in termini di comfort. Personalmente, lo ritengo la scelta numero uno per chi ha la pelle sensibile ed è soggetto alla comparsi di irritazioni e peli incarniti.

Molto bene anche in termini di profondità della rasatura, questa Series 9 sa il fatto suo e sono dell’idea che i risultati che garantisce possano essere più che sufficienti per la maggior parte degli utenti.

Panasonic a tal proposito è ancora superiore, ma i suoi rasoi peccano in delicatezza sulla pelle e non li consiglio proprio a tutti.

Series 9 a sinistra, Series 7 a destra

Questa Series 9 inoltre primeggia tra i rasoi a lamina per quanto riguarda la rasatura dei peli lunghi e/o piatti. La Series 7 avevo detto che era ok per chi si fa la barba a giorni alterni o un giorno sì e due no, ma questa nuova serie fa ancora meglio: si può usare anche dopo tre giorni di stop.

Ricordo poi che essendo Wet&Dry si può utilizzare anche in accoppiata ad un pre-barba e/o ad un sapone da barba. Nel mio caso, così facendo non ho riscontrato benefici in termini di comfort e profondità come in altri rasoi, ma vi consiglio comunque di provare perché non siamo fatti con lo stampino.

E poi c’è il trimmer di precisione, che sì attiva facendolo scorrere verso l’alto mentre si tiene premuto il pulsantino su di esso.

In termini di taglio è mediocre, non aspettatevi chissà quali prestazioni e personalmente continuo a chiedermi quale possa essere la sua utilità, se non la mera rifinitura delle basette.

Insomma, continuo a preferire il regolabarba per rifinire la barba quando mi faccio il pizzetto o il taglio sottogola.

Pulizia, igienizzazione e lubrificazione

Per quanto riguarda la pulizia, con questo Braun Series 9 9385cc (ma anche per tutti gli altri modelli della serie che terminano per “cc”) ho optato per una pulizia completa nella stazione Clean & Charge ogni 4 rasature.

Chiaramente ad ogni taglio di barba do una sciacquata alla testina e all’interno del rasoio con acqua e sapone; così facendo una cartuccia di liquido detergente dura molto di più, pur beneficiando di prestazioni sempre al top.

Nota: quando non si utilizza la stazione Clean & Charge tutti i giorni, è importante rimuovere e chiudere con il suo tappo la cartuccia del liquido, in modo tale che non evapori (contiene etanolo e isopropanolo).

Per quanto riguarda la stazione Clean & Charge in dotazione, si tratta del modello con seriale 5430 che funziona esclusivamente con i rasoi della Series 9 93 che terminano per “cc”.

In sostanza, se acquistate il Braun 9340s e comprate a parte la stazione, questa non pulirà il vostro dispositivo, non avendo il processore interno compatibile. Lo stesso vale con qualsiasi Braun Series 9 92.

Detto ciò, la stazione riprende l’eleganza del rasoio stesso ed è sufficientemente compatta e leggera.

Posizionato il rasoio al suo interno, con la testina libera di muoversi e senza residui di sapone o crema, si sente un segnale acustico che conferma il corretto posizionamento.

A questo punto il rasoio inizia a ricaricarsi (si vedono le tacche dell’autonomia che lampeggiano) e si accendono i LED che indicano quale tipo di pulizia si deve eseguire (veloce, normale, intensa).

Ed ecco IL problema: la stazione indica sempre e solo la pulizia intensa, anche se ad esempio lo avete appena pulito e igienizzato con la stazione stessa. Questo è il motivo per cui non lavo il rasoio ad ogni utilizzo con la stazione di ricarica, visto che non si può scegliere il tipo di pulizia.

La stazione di ricarica ha anche la funziona di asciugatura: finito il ciclo di pulizia e igienizzazione, entrano in azione per una mezz’oretta abbondante le ventole interne (silenziose, niente per cui strapparsi i capelli).

Se avete acquistato un Braun Series 9 senza stazione Clean & Charge, o se non volete utilizzarla ogni volta come faccio io, il procedimento da seguire per pulire il rasoio manualmente è piuttosto semplice, sebbene continui a consigliare l’acquisto e l’uso della stazione C&C.

Basta rimuovere la testina, sciacquarla per bene sia dentro che fuori, sciacquare l’interno del rasoio e poi lasciare asciugare.

Ogni 3-4 rasature, se non avete la stazione C&C, lavate il rasoio con il sapone per le mani: mettetelo sulle lame e azionatele per una ventina di secondi (si deve formare la schiuma come in foto).

Dopo averlo fatto, applicate anche dell’olio lubrificante (si acquista a pochi euro su Amazon) perché il sapone rimuoverà il lubrificante applicato nella pulizia precedente.

Autonomia e ricarica

Parlando di autonomia, la durata della batteria è aumentata rispetto alla “vecchia” Series 9, passando da 50 minuti a un’ora. Ho avuto modo di verificare questo valore non caricandolo per settimane ed effettivamente Braun è stata più che onesta.

Con un’ora di autonomia potrete portare con voi il rasoio in vacanza o durante un viaggio di lavoro senza il suo caricatore.

Vi ricordo che essendo Wet&Dry non si può utilizzare mentre è attacco alla corrente e che per visionare il livello di carica basta vedere le cinque tacche sul display.

Detto questo, per ricaricarlo completamente ci vuole un’oretta, sia utilizzando la stazione Clean & Charge che collegando il cavo di ricarica (lo stesso della stazione) direttamente al rasoio. La spina è una classica Tipo C, conosciuta anche come eurospina (europea a due poli).

Manutenzione e dove acquistare i pezzi di ricambio

Come per tutti i rasoi a lamina, la testina ogni tot mesi deve essere sostituita. Braun consiglia ogni 18 mesi ed è il rasoio stesso a ricordarci quando è passato tutto questo tempo (ci sono gli indicatori allo spegnimento), ma in realtà in base alla frequenza di utilizzo può durare meno come di più.

In ogni caso ve ne renderete conto da voi, perché avrete sufficiente esperienza da notare il calo prestazionale.

Quale testina comprare? La Series 9 93xx vi arriva a casa con la nuova 92M (argentata) che, nella realtà dei fatti, è identica a quelle della vecchia Series 9, ovvero la 92S (argentata) e la 92B (nera). Per tagliare corto, prendete quella che volete in base al prezzo o al colore.

Chiaramente, anche la cartuccia della stazione Clean & Charge va sostituita quando completamente finita.

Questa vi durerà almeno un mese, ma in base all’uso anche molto di più (come vi ho spiegato, io non uso la stazione ad ogni utilizzo del rasoio e dopo averla usata rimuovo la cartuccia e le rimetto il tappo, così da non far evaporare il contenuto).

Parlando di soldi, vi consiglio di acquistare il pack da 5+1 su Amazon perché decisamente più conveniente rispetto a tutte le altre opzioni.

Verdetto e alternative

Recensione Braun Series 9 9385cc

Questo Braun Series 9 9385cc e più in generale tutta la nuova Series 9 non apporta chissà quali miglioramenti rispetto alla generazione scorsa.

In ogni caso, rappresenta il mix perfetto tra ottima profondità di rasatura e massimo comfort, più grandissima capacità di taglio dei peli più lunghi e/o piatti. Insomma, il miglior rasoio elettrico sul mercato a tutto tondo, il più completo.

Personalmente non vi consiglio di optare per una versione senza stazione Clean & Charge, perché le testine Braun sono piuttosto intricate da lavare a mano e una passata in stazione ogni tanto non le fa affatto male.

In merito ai rasoi alternativi da acquistare, se non avete la pelle sensibile vi consiglio il Panasonic ES-LV67 (o ES-LV97, ovvero la versione con stazione di pulizia) perché costa meno ed è quello che rade più in profondità, ma sottolineo nuovamente che è tutto fuorché delicato.

Se invece volete optare per un rasoio che sia sì delicato sulla pelle, ma che non costi così tanto, vi consiglio la Series 7 di Braun (non quella nuova, ma quella vecchia) perché anch’essa è in grado di restituite una rasatura sufficientemente profonda, seppur garantendo tanto comfort, anche a secco. Ma ora che la Series 9 è scesa così tanto di prezzo, non so quanto ne valga la pena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui