Peli incarniti: cause, sintomi, rimedi e prevenzione

peli incarniti cause rimedi prevenzione

La maggior parte di voi vorrebbero avere una pelle liscia e senza la presenza di peli. Oggi questo è possibile attraverso l’uso di vari metodi per la depilazione; almeno una volta però queste tecniche vi hanno portato ad avere qualche problema, che non solo va contro l’estetica ma può creare anche molti disturbi.

La complicazione più diffusa è senza dubbio quella dei peli incarniti sottopelle.

Quest’ultimi sono semplicemente dei peli che non sono in grado di uscire dalla cute e quindi rimangono bloccati li; proprio per questo essi vi possono causare delle irritazioni cutanee e nei casi più gravi anche delle infezioni.

Questi peli possono comparire ovunque nel vostro corpo, e quindi nessuna parte può risultare immune; per esempio si possono trovare nelle gambe, nell’inguine, sul viso e cosi via. Esistono diversi modi per prevenirne la comparsa ma anche per eliminarli nel caso in cui non sia più possibile evitare la loro presenza.

Cause

I peli incarniti si possono presentare sul vostro corpo per svariate cause diverse tra di loro; ad esempio si formano per una non corretta rasatura o per una sbagliata pulizia dei pori della pelle al termine del trattamento(molto comuni a seguito della depilazione del petto o delle gambe).

Nel caso in cui usaste il rasoio, dovete fare attenzione alla direzione con cui tagliate i peli e a non tirare la pelle, evitando cosi di ferirvi con la lama; tutto questo fa si che la peluria nasca con un’estremità molto appuntita e quest’ultima, nel momento in cui ricresce, apre una fessura proprio sotto il primo strato della pelle, ossia quello superficiale, non riuscendo più ad uscire.

peli incarniti cause

Se invece siete abituati ad eliminare i peli attraverso l’uso della ceretta, il problema in questione si può verificare per una insufficiente pulizia della cute; il poro, da cui il pelo deve uscire, si trova in questo caso chiuso a causa delle cellule morte o degli agenti esterni. Proprio per questo il pelo non riesce ad emergere dalla pelle ed inizia ad arrotolarsi su se stesso.

I casi attraverso i quali si possono creare dei peli incarniti non finiscono qui, infatti è possibile che si creino anche con l’uso delle pinzette; questo strumento permette di eliminare solamente una parte del pelo lasciando cosi la restante porzione crescere all’interno della cute lateralmente, causando il problema.

I peli incarniti non si creano solo per colpa della depilazione ma anche per la vostra consuetudine di indossare abiti troppo aderenti.

Naturalmente tra i vari rischi vi è anche la scarsa igiene in quanto una quantità troppo elevata di cellule morte produce un specie di tappo che rende impossibilitato il pelo ad uscire dalla pelle; per questo motivo si rivelano molto efficaci gli scrub ed i peeling in quanto, con la loro azione, riescono a diminuire la comparsa dei peli incarniti.

Sintomi e complicanze

I peli incarniti possono dar vita a diversi sintomi, che variano in base alla persona o al modo in cui si manifestano. Questo problema infatti vi può creare un’infiammazione locale, ossia solamente nella parte di pelle in cui si trova il pelo, insieme ad una sensazione di prurito e di bruciore. Se si tratta di peli incarniti di grandi dimensioni, il dolore aumenta nel caso in cui la parte della cute in cui è presente l’infiammazione viene eccessivamente compressa.

infiammazione peli incarniti

Quando avete molti peli incarniti, che non riescono ad arretrare, si possono creare sulla vostra pelle delle cosiddette papule, ossia delle lesioni sulla parte superficiale della cute o dei foruncoli infiammati che possono anche contenere del pus. Alcune volte però il pelo incarnito può dar luogo ad un’infezione come ad esempio la follicolite o i grani di miglio, meglio conosciuti come punti bianchi.

Esistono inoltre altre complicanze che i peli incarniti possono causarvi, come la nascita di cicatrici o iperpigmentazione post-infiammatoria, cioè un’alterazione del colore della pelle che vi crea delle macchie scure, delle infezioni della cute e nei casi più gravi dei cheloidi, ossia dei tumori cutanei benigni che fanno crescere in modo anomalo il tessuto fibrotico-cicatriziale.

Come curare i peli incarniti

Il pelo incarnito può guarire molte volte spontaneamente ma in alcuni casi questo non succede e quindi bisogna che ricorriate ad alcuni metodi che aiutino la loro cura.

Rimozione fai-da-te

Un metodo efficace per rimuovere velocemente il pelo incarnito è la cosiddetta rimozione meccanica. Questo metodo utilizza principalmente due strumenti che sono un ago sterile e l’alcol. Attraverso alcuni movimenti, molto delicati e prestando molta attenzione, potete rimuovere il pelo in modo gradevole. In questa fase però, dovete evitare di romperlo.

La pratica in questione è efficace e pericolosa al tempo stesso. Infatti si possono creare dei sanguinamenti sulla superficie della cute oppure delle lesioni che diventeranno poi delle cicatrici. Una volta conclusa l’operazione. è necessario che voi disinfettiate la zona con dell’acqua ossigenata (o simili).

Nello stesso modo, potete eliminare i peli incarniti utilizzando le pinzette, precedentemente sterilizzate, ma anche con questa tecnica si possono creare delle lesioni cutanee e dei sanguinamenti.

Rimozione con sostanze chimiche

Un’alternativa che potete utilizzare in cambio dell’ago e della pinzetta sono i prodotti chimici impiegati nella depilazione come ad esempio le classiche creme depilatorie; queste sostanze possono rimuovere il pelo incarnito ma permetto anche di evitare che il pelo s’incarni di nuovo. I prodotti infatti hanno una caratteristica fondamentale che è quella di rendere debole la struttura del pelo cosi da evitargli di crescere nuovamente all’indietro.

Non potete usare però le creme depilatorie nel caso in cui sulla pelle sono presenti dei tagli, delle abrasioni, foruncoli o in tutti gli altri casi in cui viene minacciata l’intergità della cute.

Scrub

Molti peli incarniti si presentano a un livello superficiale della pelle e proprio per questo potete utilizzare uno scrub o un peeling meccanico che riesce in modo semplice ed efficace ad eliminare il problema; attraverso la rimozione della pelle morta con un’azione abrasiva, i peli che si trovano sotto la cute possono finalmente uscire fuori.

rimuovere peli incarniti con scrub

Rimedi casalinghi

Come per molti altri problemi, anche quello dei peli incarniti può essere eliminato attraverso l’uso di rimedi casalinghi; non esiste però un vero e proprio studio che dimostri la loro efficacia e quindi non sempre possono funzionare.

Il rimedio casalingo che più viene utilizzato è una soluzione di acqua e sale che dovete applicare nella parte in cui si trovano i peli incarniti; dopo appena qualche minuto il sale inizia ad agire disidratando la cute cosi da rendere più facile al pelo la sua uscita all’esterno.

Trattamento farmacologico

Quando, a causa dei peli incarniti, si creano delle infezioni, potete rivolgervi al medico che può prescrivervi una cura attraverso gli antibiotici; quest’ultimi consistono solitamente in delle creme che vanno applicate regolarmente nella parte interessata. L’uso di antibiotici è necessario sopratutto quando i peli incarniti si trasformano e diventano cosi delle pustole con del pus o degli ascessi cutanei.

Prevenzione

Per evitare il problema dei peli incarniti esistono molte tecniche di prevenzione perché, come dice il detto, prevenire è meglio che curare, sopratutto se parliamo di questi fastidiosissimi peli incarniti che possono portarvi dei dolori o delle problematiche estetiche.

Innanzitutto è molto importante preparare la pelle prima della depilazione, utilizzando in questo caso uno scrub o un guanto di crine per eliminare le cellule morte quando siete sotto la doccia; attraverso questa manovra, con acqua calda o tiepida, i pori si liberano cosi da permettere ai peli di uscire liberamente.

Un’altro tipo di attenzione che dovete avere è il modo in cui vi rasate. Infatti è opportuno evitare di radersi in senso contrario rispetto a quello in cui cresce il pelo; importante è inoltre non esercitare troppa pressione con la lama sulla pelle. A tal proposito, sarebbe l’ideale utilizzare un bodygroom elettrico per accorciare (anche al millimetro), e non radere completamente, i peli del corpo.

Se avete l’abitudine di utilizzare il rasoio elettrico dovete tenere la testina leggermente sollevata e togliere i peli i modo circolare senza esercitare molta pressione. Inoltre è importante non tenere tesa la pelle durante la rasatura e non eliminare i peli frequentemente in quanto lasciare un loro sottile strato permette di prevenire la formazione di peli incarniti.

prevenire peli incarniti

Nella prevenzione è necessario anche curare la pelle dopo averla rasata; infatti deve essere nutrita e idratata attraverso delle creme specifiche, cosi da ammorbidire le punte dei peli appena rasati e prevenire che si incarnino.

Per quanto riguarda l’epilatore elettrico, questo deve essere usato nel migliore dei modi, sopratutto per quanto riguarda il verso ed evitare di fare dei movimenti troppo netti e bruschi che possono portare alla nascita di ferite sulla pelle.

Come ultimo accorgimento, ma non meno importante, è quello di non depilarvi troppo spesso perché i peli crescono con velocità diverse tra di loro; quelli più lenti proprio per questo hanno una maggiore tendenza ad incarnirsi.