Migliore cera per baffi 2020: Guida all’acquisto

Migliore cera per baffi Guida all'acquisto

La cera per baffi, a differenza di altri prodotti come l’olio da barba, ha una funzione meramente estetica. Non idrata o ammorbidisce, ma serve per fissare i peli. E’ quella che si usa per ottenere i famosissimi baffi a manubrio, per capirci.

Ma qual è la migliore cera per baffi sul mercato? Difficile dirlo, ce ne sono probabilmente a centinaia in commercio. Fortunatamente, nei rispettivi barber shop in cui lavoriamo, io e gli altri membri della redazione ne abbiamo testate diverse.

Per riassumere, queste a seguire sono le migliori cere per baffi da acquistare secondo il nostro punto di vista.

Migliori cere per baffi (2020)

Iscriviti alla Newsletter

Per ricevere via email coupon esclusivi e offerte limitate sui migliori prodotti per la cura del corpo maschile. Niente spam, provare per credere!

Cera per baffi o balsamo da barba?

Sembrerà scontata la risposta, ma alcuni clienti mi hanno posto questa domanda, quindi ritengo utile spiegare la differenza.

La cera per baffi, come ho scritto nell’introduzione, serve esclusivamente per fissare i peli. Al contrario, anche se esistono balsami da barba che hanno la stessa consistenza della cera, questi servono per ammorbidire, nutrire e idratare.

Spesso cera e balsamo condividono gli stessi ingredienti, ma la composizione specifica rende la prima nettamente più efficace per modellare e fissare i baffi.

Scegliere la migliore cera per baffi: i fattori da considerare

Nello scegliere la migliore cera per baffi, il fattore più importante è la tenuta.

Più i baffi sono lunghi e i peli spessi, maggiore deve essere il potere fissante della cera. Al contrario, se i vostri baffi sono facilmente domabili soffermatevi meno su questo fattore.

il fattore più importante nella scelta della cera per baffi è la tenuta

La profumazione è il secondo fattore da considerare, ma non sbatteteci troppo la testa.

Lasciate alla barba il compito di profumare il vostro volto e limitatevi a scegliere una cera dalla profumazione il più possibile in sintonia con l’olio/balsamo che usate.

Anche in merito agli ingredienti non impuntatevi troppo ma sceglietene una che non “ingrassi” troppo i peli e che non lasci strani residui. Al centro dell’attenzione c’è sempre la cera d’api, che viene “potenziata” da altri composti naturali o artificiali; la profumazione è determinata invece dagli oli essenziali.

E sempre in merito agli ingredienti, occhio che alcune cere hanno anche funzione colorante (per nascondere i segni dell’invecchiamento). Leggete sempre per bene le etichette.

Come applicare la cera sui baffi

la cera per baffi va ammorbidita prima dell'uso

La cera per baffi più è dura, migliore è la qualità. Per utilizzarla quindi il primo passo da fare è scaldarla, così da farla ammorbidire (non deve diventare liquida). Per farlo basta direzionare il getto d’aria calda dell’asciugacapelli all’interno del barattolino.

la cera per baffi va usate a piccolissime quantità

A questo punto prendetene un po’ con l’unghia del pollice, quel che basta per i vostri baffi (con l’esperienza capirete il quantitativo giusto), e sfregatela fra le dita per farla sciogliere per bene.

Ora potete iniziare a modellare i peli, dal centro fino alle punte. L’effetto “unto” sparisce appena la cera si asciuga ma se così non fosse, significa che avete acquistato un prodotto di dubbia qualità; lo stesso discorso vale nel caso in cui si formino residui bianchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required