Miglior regolabarba: ecco i migliori da acquistare nel 2019

migliori regolabarba guida acquisto

Quando si parla dell’uomo che vuole curare al meglio il proprio aspetto, è naturale chiamare in causa il regolabarba, accessorio oggi fondamentale per lo styling maschile, ma mette davanti a un vero e proprio dilemma quando si tratta di procedere all’acquisto: qual è il miglior regolabarba? I modelli disponibili sul mercato sono infatti numerosi e non sempre è facile orientarsi.

Da quando abbiamo messo online questo sito ne abbiamo provati diversi. Il risultato? La classifica che potete trovare qui di seguito, che passa in rassegna i migliori regolabarba in commercio, che abbiamo effettivamente testato e recensito.

Quali sono i migliori regolabarba del 2019?

Philips Series 9000 BT9297/15: Il migliore in assoluto

miglior regolabarba in commercio Philips Series 9000 BT9297/15

Il Philips Series 9000 BT9297/15 (Recensione) è il miglior regolabarba in commercio, e questo perchè non solo taglia bene, ma implementa anche alcuni extra, come la guida laser (attivabile/disattivabile a proprio piacimento) grazie alla quale è possibile effettuare delle regolazioni precise e simmetriche.

Questo regolabarba Philips presenta anche due testine con lame in acciaio inox, quella principale con ampiezza di 32 mm e il rifinitore di precisione con ampiezza di 15 mm. Ma parlando del taglio vero e proprio, la lunghezza di taglio va dai 0,4 mm ai 7 mm, con 17 intervalli da 0,2 mm ciascuno utilizzando l’unico pettine in dotazione.

Tra gli altri vantaggi ricordiamo anche il fatto che è completamente impermeabile, e ciò ne facilita la pulizia. E come se non bastasse può essere utilizzato anche senza fili offrendo una autonomia di 80 minuti, e appena 1 ora per caricare la batteria dallo 0% al 100%.

Infine sul corpo macchina è presente il display LCD per verificare le impostazioni di lunghezza digitalmente e lo stato della batteria (3 livelli di carica). La dotazione comprende la custodia da viaggio, la testina rifinitrice e la spazzolina per la pulizia.

Philips Series 5000 BT5501/16: Il migliore qualità/prezzo

miglior regolabarba qualità/prezzo Philips Series 5000 BT5501/16

Il Philips Series 5000 BT5501/16 (Recensione) è il migliore regolabarba per qualità/prezzo, e questo perchè per meno di 50 euro offre tanta sostanza, e la garanzia ufficiale della casa madre.

Vero punto forte è la sua efficienza nel taglio, questo anche grazie alla tecnologia proprietaria Lift & Trim PRO, che va ad agire sui peli appiattiti spingendoli verso le lame affilate in acciaio inox per ottenere così un taglio preciso e uniforme. Sempre parlando delle lame sono autoaffilanti, ovvero si affilano strofinandosi tra di loro, e quindi non è necessario lubrificarle durante l’intero ciclo di vita del regolabarba. In dotazione sono inclusi due pettini per 40 intervalli di taglio, da 0,4 a 20 mm.

Si può poi utilizzare con o senza cavo, per una autonomia complessiva di 90 minuti effettivi, e soli 60 minuti per ricaricare completamente la batteria. E’ poi completamente impermeabile, mentre in dotazione oltre ai due pettini troviamo esclusivamente la sacchetta per il trasporto, mentre manca la spazzolina per la pulizia.

Si tratta a tutti gli effetti di un prodotto che vale la pena provare, per scoprire un rapporto qualità/prezzo davvero eccellente.

Philips QP2520/30 One Blade: Il più popolare

regolabarba più venduto Philips QP2520/30 One Blade

Il Philips QP2520/30 One Blade è un regolabarba ibrido, ovvero rade, regola e rifinisce. Questo è possibile grazie alla tecnologia OneBlade, che consente di prendersi cura della barba di qualsiasi lunghezza.

Molto interessante è anche il sistema di doppia protezione, che consente di perseguire una rasatura efficace per la barba senza tralasciare la cura della pelle.

Degno di citazione è pure il sistema Wet&Dry. Grazie ad esso, è possibile utilizzare il rasoio regolabarba anche sulla pelle bagnata. Come non ricordare poi la batteria ricaricabile e i 45 minuti di utilizzo garantiti? Ottime sono anche le due lame in dotazione, che possono durare fino a 8 mesi.

Questo One Blade è il più venduto online, e il motivo è piuttosto semplice: si tratta di un regolabarba economico ma funzionale e durevole nel tempo (online si trovano numerose lame di ricambio).

Philips Series 3000 BT3216/14: Il più economico

miglior regolabarba economico Philips Series 1000 BT3216 14

Trovare un regolabarba economico senza sacrificare eccessivamente le prestazioni non è stato affatto facile, ma alla fine siamo riusciti a mettere le mani e provare questo Philips QT4015/16 Series 3000, e oggi sono qui a consigliarvelo.

Le lame in acciaio inossidabile hanno un’ampiezza di taglio di 32 mm, e grazie all’unico pettine in dotazione è possibile scegliere fra 20 intervalli da 0,5 a 10 mm. Ho apprezzato poi i risultati della tecnologia Lift & Trim: significa che il pettine solleva i peli e li guida al livello delle lame per un taglio efficiente ed uniforme.

L’autonomia è nella media dei regolabarba economici/di fascia media, ovvero 60 minuti effettivi, e necessita di altrettanti 60 minuti per la ricarica completa. L’unico inconveniente è il fatto che non è impermeabile, anche se il blocco lame è staccabile ed è possibile sciacquarlo sotto l’acqua (asciugarlo prima di installarlo nuovamente sul corpo macchina).

La dotazione comprende il pettine Lift & Trim, la spazzolina per la pulizia e la sacca per il trasporto.

Panasonic ER-GB80-S503: Il più versatile

miglior regolabarba per versatilità Panasonic ER-GB80-S503

Questo Panasonic ER-GB80-S503 (Recensione) è un prodotto multi uso davvero interessante, a tutti gli effetti il regolabarba migliore del momento per la sua versatilità, visto che fa anche da tagliacapelli.

Ricordiamo prima di tutto che garantisce un taglio compreso tra 1 e 20 mm, con 38 intervalli. Le lame sono in acciaio inox, ed è presente anche il trimmer di precisione per la regolazione dei bordi, dei baffi, delle basette e del pizzetto. Tutti e tre i pettini in dotazione svolgono un compito differente: il primo permette di regolare la barba (1 – 10 mm), il secondo di tagliare i capelli (11 – 20 mm), il terzo di regolare i peli del corpo (1,5 mm).

E’ poi completamente impermeabile e può essere utilizzato sia via cavo che senza fili (autonomia di 50 minuti), e con il blocco lame facilmente removibile pulirlo è davvero semplice. A chiudere il quadro la dotazione che include anche la sacca per il trasporto, la spazzola per la pulizia e l’olio lubrificante per le lame.

Remington MB4700 Touch Tech: Il migliore per le sfumature

migliore regolabarba per le sfumature Remington MB4700 Touch Tech

Il Remington MB4700 Touch Tech è un regolabarba tecnologico e davvero innovativo.

La sua particolarità è il singolo pettine motorizzato che, tramite il display digitale con controlli touch sul corpo macchina, permette di scegliere fra 175 intervalli di taglio differenti, il che facilita drasticamente la regolazione dei peli. La lunghezza di taglio va da 0,4 a 18 mm. Le lame sono in titanio.

Integra poi diverse tecnologie proprietarie, come SenseSpeed (percepisce la lunghezza dei peli del viso e adatta di conseguenza la velocità della lama), GroomMotion (percepisce il contatto con la mano e accende l’apparecchio) e Memory (ricorda le ultime 4 lunghezze di taglio).

La batteria agli ioni di litio garantisce 50 minuti di autonomia, e per una ricarica completa necessita di 4 ore via microUSB. In dotazione è presente anche la custodia per il trasporto e la spazzolina per la pulizia (è impermeabile).

Philips Series 1000 MG1100/16: Regolatore di precisione

miglior rifinitore di precisione Philips Series 1000 MG1100/16

Parliamo ora di un rifinitore di precisione per barba, ma anche per baffi e basette. Il suo principale pregio riguarda senza dubbio il prezzo. Questo Philips Series 1000 MG1100/16 costa infatti meno di 20 euro.

Anche le sue caratteristiche sono interessantissime. Non bisogna infatti dimenticare che stiamo parlando di un regolabarba di precisione, caratterizzato dalla presenza di lame con tecnologia DualCut (combina un gruppo lame con doppia affilatura e frizione ridotta) e ampiezza di taglio di 21 mm, di 3 pettini e 4 impostazioni di lunghezza (0, 1, 3, 5 mm). L’impugnatura, estremamente ergonomica, è realizzata in gomma morbida.

Da citare è anche il buon livello di autonomia della batteria, che supera tranquillamente i 40 minuti (batteria AA), e la possibilità di essere lavato senza problemi con l’acqua corrente. Non necessita poi di lubrificazione e in dotazione è presente anche la spazzolina per la pulizia.

migliori regolabarba guida all'acquisto

Guida all’acquisto del miglior regolabarba

Perchè acquistare un regolabarba?

Uno dei primi vantaggi dei regolabarba è senz’altro la versatilità; infatti, soprattutto le versioni immesse sul mercato più recentemente e di maggiore qualità, consentono di modulare la lunghezza non solo della barba, ma anche di capelli e di peluria presente in altri punti del corpo.

Poi sul mercato sono presenti prodotti impermeabili, che presentano il grande vantaggio di poter essere adoperati in vasca o in doccia; in questa maniera i peli eliminati rimarranno confinati sul piatto della doccia e non sparsi sul pavimento, agevolando le operazioni di pulizia anche dello stesso regolabarba, che senza alcun rischio potrà essere passato sotto al getto dell’acqua.

Come scegliere il regolabarba giusto?

Avete letto la nostra classifica dei migliori regolabarba in commercio, ma davanti a tutte queste opzioni vi sentite ancora disorientati e avete qualche difficoltà nella scelta del modello più adatto alle vostre esigenze? Non preoccupatevi, in queste ultime righe vedremo i fattori da considerare per scegliere il regolabarba perfetto per curare al meglio la vostra barba.

Lama: materiali e ampiezza di taglio

Il primo criterio da prendere in considerazione in sede di scelta del regolabarba è la lama. La prima distinzione riguarda i materiali: ricordiamo infatti di selezionare lame in titanio o in acciaio, due materiali che permettono di mantenere l’affilatura e ridurre al minimo l’usura nel tempo.

Poi, in base al prodotto potrebbe esserci una sola lama, così come due. Ovviamente, più sono, più sarà efficiente il regolabarba e meno tempo ci vorrà per tagliare i peli.

Infine è bene considerare anche l’ampiezza di taglio, ovvero la larghezza vera e propria della lama (o delle lame).

  • Maggiore è l’ampiezza, meno tempo ci vorrà per la rasatura;
  • Minore è l’ampiezza, più semplice sarà effettuare delle regolazioni di precisione.

30 mm è il valore standard dell’ampiezza di taglio per un regolabarba, ed è quello che consigliamo di ricercare in fase di scelta. Solitamente quelli più larghi sono dei modelli ibridi che possono essere utilizzati anche come tagliacapelli.

Lunghezza e intervalli di taglio

I vari regolabarba in commercio hanno una lunghezza di taglio che va in genere dai 0,4 mm fino ai 15 mm o 20 mm, ed è importante considerarla in base ai vari tipi di barba che si vogliono ottenere durante l’utilizzo.

Dopo la lunghezza, si devono considerare anche gli intervalli di taglio che si possono scegliere, e vanno da 2 – 3 per i modelli che sfruttano gli appositi pettini rimovibili fino a oltre i 30 per i modelli che sfruttano una ghiera regolabile.

Funzionalità extra

A differenza dei modelli più economici, i regolabarba di fascia alta integrazioni funzionalità extra davvero interessanti e che meritano la nostra attenzione, come:

  • Rifinitore di precisione: alcuni regolabarba integrano un rifinitore di precisione estraibile direttamente sul corpo macchina;
  • Guida laser: presente nei modelli professionali, è un vero e proprio segnale laser che suggerisce dove il terminale andrà a tagliare. Si tratta di un extra funzionale per ottenere la precisione al millimetro;
  • Turbo: attivabile a proprio piacimento, la modalità turbo permette di velocizzare i giri del motore al minuto, per andare a lavorare nelle zone in cui la peluria è più concentrata e ostica da tagliare;
  • Sistema di aspirazione: presente sempre nei migliori regolabarba di fascia media/alta, questo sistema durante il taglio permette di aspirare e raccogliere i peli in una cisterna interna. E’ bene ricordare che questi sistemi di aspirazione non permettono mai di raccogliere il 100% dei peli tagliati;
  • Display: regolabarba più costosi presentano un display sul corpo macchina per mostrare ad esempio il livello di carica o per facilitare la regolazione degli intervalli.

Qualità costruttiva

La qualità costruttiva è un altro fattore da considerare. Il regolabarba deve essere solido, visto e considerato che molto probabilmente lo andremo a usare più di una volta a settimana magari con le mani bagnate, e deve resistere alle cadute.

Considerando poi che lo utilizzeremo in bagno, il consiglio è sempre quello di acquistarne uno Wet & Dry, ovvero che possa essere usato tranquillamente sotto l’acqua (impermeabile). Ciò faciliterà non solo la pulizia, ma anche la non possibilità di romperlo.

Sempre in merito alla costruzione, dobbiamo tenere conto anche dell’ergonomia e della maneggevolezza nel raggiungere le zone più difficoltose.

Autonomia e alimentazione

Non scordiamoci poi dell’alimentazione. Il nostro consiglio è quello di orientarsi verso regolabarba con batteria agli ioni di litio, visto che garantiscono ottime performance sia per quanto riguarda il tempo di ricarica, sia per quel che concerne l’autonomia. Questa tipologia, inoltre, non risente eccessivamente delle numerose ricariche; si può quindi utilizzare senza il pericolo che la batteria si logori nel tempo.

Dotazione

Ogni regolabarba presenta degli accessori in dotazione, come una custodia da viaggio, il pettine per la pulizia, l’olio lubrificante per le lame, le testine per trasformare il regolabarba ad esempio in un tagliacapelli e la base di ricarica.

Marca

Come per qualsiasi prodotto, ci sono marche e marche. Nei negozi fisici, su Amazon e su altri e-commerce online si possono trovare tantissime sottomarche sconosciute, senza garanzia e di dubbia qualità. Il consiglio è sempre quello di scegliere i migliori regolabarba delle migliori marche.

Tra quelle più conosciute, e che consigliamo, nel mercato dei “taglia barba” troviamo la Philips (leader nel settore), ma anche Remington, Panasonic, Braun e Babyliss.

Prezzo

Il prezzo non è sicuramente indice di qualità, visto che può essere influenzato da diversi fattori come il numero di accessori e i costi pubblicitari. In ogni caso, se un regolabarba economico assicura troppi extra, da qualche parte si sarà risparmiato, e potrebbe risentirne poi sul campo.

Quanto spendere sta a voi deciderlo, ma il mio consiglio è sempre quello di cercare di non scendere sotto i 30 euro, ma spendere almeno quei 40 o 50 euro per acquistare un regolabarba di fascia media che possa durare qualche anno. Ben venga poi chi può investire di più e mettere le mani su un prodotto professionale e con vari extra.

Le domande più frequenti sui regolabarba (FAQ)

Rasoio elettrico o regolabarba?

Confondere il regolabarba con il tagliacapelli è comprensibile, in termini di design sono praticamente identici, ma il rasoio elettrico è visivamente tutt’altro prodotto rispetto al regolabarba. Perchè quindi tutta questa confusione?

Il motivo è piuttosto banale: entrambe le macchine servono per tagliare la barba e la peluria del viso, ma a livello pratico quindi, qual è la differenza?

I rasoi elettrici, sia a lamine che a testine rotanti, nascono per radere completamente la barba, per un aspetto pulito (da ufficio) e una pelle morbida e liscia; per capirci meglio, svolge lo stesso compito del rasoio a mano libera, ma lo fa più velocemente e meglio.

Al contrario i regolabarba, come lascia intendere il nome, servono per regolare la barba a proprio piacimento; si tratta di uno strumento che viene utilizzato dai più per tagliare la barba a una determinata misura (in millimetri), rifinire i bordi, il pizzetto e le basette.

Una volta comprese le differenze tra i due prodotti, capire qual è quello che fa al caso vostro è piuttosto semplice.

Volete un prodotto per rasare completamente la barba velocemente, e che restituisca anche una pelle morbida e senza irritazioni? Acquistate il miglior rasoio elettrico.

Volete modellare la barba, accorciandola e rifinendo i bordi, il pizzetto e le basette? Acquistate il miglior regolabarba.

Come utilizzare il regolabarba?

È evidente che l’utilizzo di un regolabarba appare immediato e semplice, tuttavia non tutti conoscono alcuni piccoli trucchi che possono essere sfruttati per un risultato ottimale.

Ad esempio, uno step preliminare importantissimo è quello di lavare la barba e, se lunga, pettinarla con un’apposita spazzola da barba. Questo favorisce il districamento dei nodi e l’eliminazione di particelle di pelle morta o altri residui, così da ottimizzare lo scorrimento del regolabarba.

Come (e quando) pulire il regolabarba?

Si tratta di un’operazione fondamentale non solo per aumentarne la vita, ma anche per avere fra le mani un prodotto che dia sempre il meglio durante la regolazione della barba.

Pulizia delle lame, come e quando

Le lame, oltre al motore, sono forse la componente principale del regolabarba, e mantenerle sempre pulite è fondamentale. Ma quando pulirle? Al contrario di quanto si pensi, la pulizia delle lame va effettuate in primis durante l’utilizzo, ma anche al suo termine.

Se resistente all’acqua, è importante sciacquare il regolabarba mentre lo si usa, quando presenta un certo quantitativo di peli “incastrati” fra le lame. Se non impermeabile, è consigliato spazzolare le lame con l’apposito pettine in dotazione. Questa procedura garantirà la massima efficienza delle motore e delle lame.

Come dicevamo, l’operazione di pulizia va eseguita anche al termine del suo utilizzo, ma in questo caso deve essere più accurata. Pertanto, va spento il regolabarba, vanno pulite le lame come spiegato prima e, se possibile, consiglio di rimuovere fisicamente il blocco lame, in modo tale da raggiungere anche le zone più interne (con l’acqua e/o il pettine).

Importante: Ricordiamo nuovamente di utilizzare l’acqua solo in caso di regolabarba impermeabile (Wet & Dry).

Lubrificare le lame

Anche nei regolabarba è fondamentale lubrificare le lame per mantenere le capacità di taglio inalterate; solitamente è consigliato eseguire questa operazione una volta a settimana, ma l’ideale sarebbe effettuarle al termine di ogni utilizzo.

Inutile dirlo, per lubrificare il regolabarba è necessario avere a disposizione un apposito lubrificante, che fortunatamente è quasi sempre presente nella dotazione del dispositivo, ma nel caso ne foste sprovvisti vi consiglio di acquistarne uno online (consigliamo quello della Wahl che si trova su Amazon).

A seguire, la procedura da seguire:

  1. Spegnere o staccare dalla corrente il regolabarba;
  2. Mettere un paio di gocce di lubrificante sulle lame;
  3. Procedere con l’accensione del regolabarba per distribuire omogeneamente il liquido sulle lame.

Come potete vedere la procedura è davvero semplice e veloce, ma fondamentale (voglio sottolinearlo nuovamente).

Extra: allineare le lame

Nel caso di regolabarba con blocco lame non removibile, di tanto in tanto consiglio di verificare il corretto allineamento delle lame. Nel caso non lo fossero, è un problema: ciò potrebbe compromettere la precisione delle regolazioni.

A seguire, la procedura da seguire per allineare le lame:

  1. Spegnere o staccare dalla corrente il regolabarba;
  2. Allentare (non togliere) le viti che “bloccano” le lame con un cacciavite;
  3. Allinearle con le mani (non utilizzare pinze, potrebbero rovinarle);
  4. Stringere le viti, facendo attenzione a non muovere le lame.