Come regolare la barba alla perfezione

Come regolare la barba

Ormai da diversi anni gli uomini hanno abbandonato la liscezza più completa sul viso: un pò tutti oggi cercano di valorizzare il proprio viso potendo scegliere fra centinaia di stili diversi. Tuttavia, vi sono alcuni accorgimenti che è necessario conoscere affinché questa possa valorizzare il viso.

Questo discorso vale specialmente per coloro che dispongono di una barba dalla lunghezza medio-corta, uno stile che nell’ultimo periodo si è molto espanso.

Per ottenere un effetto perfetto, in questa guida vi spiegheremo come regolare la barba correttamente, soffermandoci sulle operazioni preliminari e sui vari passaggi da seguire (sia per chi ha una barba corta, sia per chi ha una barba lunga).

Obiettivo e strumenti necessari

Ancora prima di vedere le tecniche per aggiustare la barba, è opportuno fare qualche passo indietro. La prima cosa con la quale dovrete interfacciarvi è lo stile che desiderate ottenere; è solo visualizzando l’obiettivo finale che saprete in che modo percorrere la strada giusta.

scegliere taglio prima di regolare la barba

Per farlo, potrete fare affidamento ad un modello di uomo, personaggio o attore che ammirate molto ma, come abbiamo spiegato nel nostro articolo dedicato ai diversi tipi di barba, potreste anche partire definendo la forma del vostro viso, e quindi scegliere lo stile che lo valorizzi maggiormente.

Dopo aver scelto il vostro taglio ideale dovrete, sin da subito, armarvi degli strumenti giusti.

Il dispositivo con il quale procederemo a sistemare la barba sarà il regolabarba, un particolare regolatore elettrico che , attraverso diversi pettini, permette di tagliare la barba ad una lunghezza costante; lunghezza che può varia da modello a modello ma che in genere va dai 0,5 ai 20 mm.

Leggi anche: Migliori regolabarba

strumenti per sistemare la barba

Per chi invece ha una barba meno contenuta potrebbe regolarla utilizzando un tagliacapelli (alcuni hanno pettini anche da 45 mm), ma per chi deve regolare peli ancora più lunghi, l’accoppiata forbici + pettine rimane ancora la scelta migliore.

Leggi anche: Miglior tagliacapelli

Come sappiamo il rasoio è utile solamente per radere la barba a zero, quindi potrebbe tornarci utile solamente nel momento in cui dobbiamo rifinire i bordi o per quei tagli in cui è importante tenere alcune zone del viso completamente rasate.

Quando sistemare la barba e operazioni preliminari

Un elemento da non sottovalutare per ottenere risultati impeccabili, è il momento più opportuno per regolare la barba. Poiché è un’azione che richiede diverso tempo, molto spesso si tende a dedicargli le ore serali; tuttavia, è bene essere a conoscenza del fatto che il periodo migliore è quello mattutino.

Appena svegli infatti, tutti i muscoli del corpo sono più rilassati, compresi quelli del viso. In queste prime ore del giorno quindi, procedere con l’aggiustamento della barba risulta molto meno stressante per la pelle.

aggiustare la barba la mattina

Il secondo fattore da considera è l’idratazione della barba e della pelle.

Prima di iniziare con la regolazione vera e propria, è opportuno sciacquare il viso con l’acqua calda (facilita l’apertura dei pori); inoltre, affinché la barba sia ben predisposta al taglio, è importante che venga nutrita quotidianamente con shampoo, balsamo e olio.

Come regolare la barba corta

In questo paragrafo vedremo tutte le informazioni necessarie per capire come si regola la barba corta nel modo migliore.

Come prima cosa, non impostate sin da subito il pettine del regolabarba alla lunghezza che volete ottenere, ma ad una impostazione intermedia (se volete i peli lunghi 4 mm, tagliate a 7-8 mm); chiaramente per chi ha la barba già corta, può passare direttamente allo step successivo.

come regolare la barba corta

A questo punto possiamo iniziare a regolare la barba alla lunghezza che si vuole impostare, cercando di ottenere un taglio uniforme su tutte le lunghezze. Per far ciò, sarà necessario passare il regolabarba contropelo, se necessario anche più volte nello stesso punto, evitando però di effettuare una pressione eccessiva.

Potreste anche sbizzarrirvi con i vari pettini del regolabarba, per sfumare la barba in determinati punti specifici (basette, collo, pomo d’Adamo).

Una volta che la lunghezza del pelo avrà raggiunto quella desiderata, sarete pronti per la fase di rifinitura. Per rifinire la barba consigliamo di utilizzare un rasoio (può bastare quello usa e getta), ma potreste anche utilizzare il regolabarba senza pettine (però il taglio non sarà a zero).

Nella pratica, è doveroso iniziare dalla parte più esterna: queste zone infatti sono solitamente quelle più rade; successivamente, dovrete procedere verso quella più interna, decisamente più folta.

Procedendo in questo modo, sarete sicuri di ottenere un risultato omogeneo su tutto il viso.

sciacquare il viso a fine regolazione

Dopo aver concluso la fase di taglio e rifinitura, non dovrete fare altro che pulire le lame del regolabarba e sciacquare il viso con l’acqua fredda.

In questo caso è importante che la temperatura dell’acqua sia bassa affinché i pori possano richiudersi più velocemente; ciò è importante per un discorso igienico, in quanto si terranno lontani germi e batteri.

Come regolare la barba lunga

I passi da seguire per regolare la barba lunga sono gli stessi illustrati nel paragrafo precedente, l’unica differenza riguarda gli strumenti da utilizzare.

come regolare la barba lunga

Se l’obiettivo è raggiungere una lunghezza inferiore ai 20 mm, sarà possibile anche in questo caso procedere con il regolabarba; se però si vuole sistemare la barba tra i 20 e i 45 mm circa si può sfruttare il tagliacapelli, in quanto presenta solitamente un maggiore numero di pettini, e quindi impostazioni di lunghezza più lunghe.

Infine, chi vuole regolare i peli della propria barba oltre i 45 mm ha due possibilità: imparare ad utilizzare forbici + pettine o affidarsi al proprio barbiere di fiducia.

Torna su