Come lavare la barba senza errori

Come lavare la barba

Una bella barba fa figura, una bella barba però deve essere sempre ordinata e pulita. E non crediate che non si noti, quando invece non lo è. Se avete deciso di far crescere la barba, imparate anche le principali regole di igiene per mantenerla pulita. La vostra barba è il vostro orgoglio, dunque come lavare la barba deve essere la prima lezione da imparare.

Non dimenticate mai che i peli del viso, in particolare se intorno alla bocca, entrano in contatto diretto con tutto quel che respirate e mangiate.

Non potete controllare tutti i residui di cibo e di bevanda che restano impigliati nel folto di questi peli, meno che mai potete controllare le micro particelle di inquinamento che vi si annidano. Ecco perché avere cura dell’igiene della vostra barba deve diventare la vostra missione principale.

Ma quando e come si lava la barba? Quali prodotti si usano per lavarla?


Ogni quanto lavare la barba?

Potete tranquillamente lavare la vostra barba da soli, a casa, ogni volta che volete. Ma tenete presente che esistono dei metodi professionali che solo un barbiere sa, dunque se volete curare la vostra barba almeno una volta al mese dovete farvi fare un trattamento apposito dal vostro barbiere di fiducia.

Per il resto, pulite e lavate la barba a casa ogni volta che lo ritenete opportuno ma ricordate che lavandola ogni giorno i peli si sfibrano e possono rovinarsi, quindi ve lo sconsiglio.

lavare barba dal barbiere una volta al mese

Nel quotidiano potete attuare una pulizia “spicciola”, ad esempio dopo mangiato potrete lavare solo i peli immediatamente a ridosso delle labbra, oppure se siete stati in un luogo inquinato o fumoso potete spolverarla con una spazzola.

Il consiglio per una barba ben curata è lavarla tre volte a settimana in modo completo, oltre al trattamento mensile dal barbiere.

Lavandola costantemente, ma non quotidianamente, manterrete alto il livello di igiene senza però rischiare irritazioni o perdita di peli dovuti allo stress causato dalla troppa pulizia.

Prodotti per lavare la barba

Esistono due tipi di prodotto per il lavaggio: il sapone da barba e la crema. Entrambi sono adatti per lavare a fondo ma il sapone pare abbia effetti più completi sull’igiene dei peli del viso.

Vi suggerisco di usare il sapone solido, la classica “saponetta” che si deve strofinare sotto l’acqua per creare la schiuma. Vi fa perdere un po’ più di tempo ma assicura una igiene più profonda rispetto alla crema, che a volte può restare in superficie.

La saponetta da barba deve contenere glicerina e almeno un olio vegetale (olio di cocco, olio di palma, olio di oliva).

lavare la barba con il sapone giusto

Anche le creme sono valide per detergere la barba. Sono già pronte e schiumose, non vi ruberanno minuti preziosi ma possono avere il limite di impastare troppo il pelo senza raggiungerne le radici e senza toccare per bene la pelle di sotto.

In entrambi i casi il segreto è quello di massaggiare costantemente e con cura, arrivando a tutti gli angoli e i punti “nascosti” della barba. Infine, non dovreste aver bisogno del balsamo perché spesso è incluso in questi detergenti. Procuratevi invece un olio da barba per massaggiarla a fine lavaggio.

Come lavare la barba

Passiamo adesso all’atto pratico: come si esegue il lavaggio della barba? Per prima cosa sciacquatela con acqua tiepida finché non sarà del tutto bagnata e la pelle al di sotto ben umida.

Quindi iniziate con l’insaponatura: prendete il sapone solido, bagnatelo fra le mani e accarezzatelo, in modo tale da creare la schiuma (lo stesso procedimento di quando vi lavate le mani).

Una volta ottenuta la schiuma, spalmatela in vari punti della barba e poi iniziate a massaggiare per creare una copertura totale. Massaggiate ancora con lo scopo di pulire anche la pelle e non solo i peli. Infine risciacquate con acqua a temperatura ambiente. Il risciacquo deve essere lungo e accurato, dalla parte alta (orecchie, naso) fino alla punta del mento. Ripetetelo più volte.

Prima di asciugare massaggiate ancora la barba bagnata così da liberare i peli dalle gocce residue. Quindi asciugate, prima tamponando delicatamente, poi strofinando (ma sempre senza forzare) per tutta la superficie e avendo cura di asciugare anche la pelle del viso.

Infine usate l’asciugacapelli, che va tenuto sempre inclinato, non troppo caldo. Il getto deve essere assecondato dalla pettinatura, con spazzola o pettine adatto, sempre dall’alto verso il mento.

A barba asciutta, chi volesse, può utilizzare un olio aromatico per profumare i propri preziosi peli, altrimenti va bene anche un profumo spray.

Errori da evitare

Come detto, non dovete mai lavare la barba tutti i giorni: il lavaggio quotidiano può sfibrare i peli e renderli brutti da vedere, oltre che deboli.

Ma se la lavate spesso evitate errori che possono danneggiarla pesantemente.

Ad esempio, non usate mai sapone per le mani o lo shampoo per i capelli per lavare la barba. Potreste irritarvi la pelle inutilmente e rendere crespi i peli.

cosa fare post asciugatura barba

Usare il phon per asciugare la barba è possibile ma non dovete mai usarlo al massimo del calore: l’aria calda rende i peli secchi, facili a rompersi e li fa apparire ispidi. Utilizzatelo a temperature medio-basse, e sempre ben lontano dalla barba così da asciugare bene ma senza stressarla.

Non prendete alla leggera le etichette dei prodotti per il lavaggio della barba. Anche se fanno bene ai peli, potrebbero essere aggressivi o inadatti alla pelle del vostro viso, per cui imparate a leggere i dati relativi al pH e magari a consultare il barbiere o il dermatologo a riguardo.

Torna su