Come fare il pizzetto in 4 semplici mosse

come fare il pizzetto

Il pizzo, più conosciuto con il nome di pizzetto, è uno degli stili di barba più conosciuti e popolari che ci sia.

A differenza di altri tagli, il pizzetto si sposa perfettamente con qualsiasi tipo di capigliatura, portando in risalto i tratti del volto. Inoltre, questo stile dona un’immagine molto curata.

Oggi è possibile farsi il pizzetto (e curarlo) con estrema facilità grazie al regolabarba, apparecchio pensato per facilitare le operazioni di modellamento della stessa.

ALTRO: Miglior regolabarba

Detto questo, in questa guida vi spiegheremo come fare il pizzetto in soli 4 step utilizzando il regolabarba.

Come fare il pizzetto in quattro step

Eccoci arrivati al punto focale della questione, ovvero la sequenza ottimale per ottenere risultati soddisfacenti.

Prima di iniziare, ci teniamo a sottolineare che per poter modellare la barba con precisione, è importante che questa sia arrivata alla lunghezza giusta; in media possiamo dire che una lunghezza di 10 mm sia l’ideale per poter realizzare il pizzetto.

Le premesse quindi, sono molto semplici: disporre di un buon regolabarba e avere una misura idonea della barba.

Accorciare la barba

Il primo passo da compiere è quello di accorciare la barba in modo omogeneo, ovvero ottenendo la stessa lunghezza su tutto il viso. Per farlo, vi sarà sufficiente applicare il pettine sulla testina, impostando il regolabarba sul formato più giusto.

La misura ideale sta a voi sceglierla in base alla lunghezza del pizzetto che si vuole ottenere.

In questo primo passo quindi, l’aspetto importante non è definire la forma del pizzetto, bensì ottenere una lunghezza complessiva che vi consenta di attuare, successivamente, il lavoro di precisione.

Per questo motivo è fondamentale che il lavoro di accorciamento tocchi tutte le zone del viso: guance, mento, collo e anche sopra al labbro.

Definire il bordo

Dopo aver dato la giusta lunghezza a tutta la barba, dovrete procedere senza il pettine, premurandovi di staccarlo dalla testina del regolabarba.

Per ottenere il giusto effetto, è importante iniziare dal collo per poi passare al mento e alle guance. Questo passaggio vi consentirà di modellare la barba intorno al pizzetto, prima di definire con precisione la sua forma.

Già alla fine di questa seconda fase dovreste iniziare a notare una forma più precisa del vostro pizzetto.

definire la forma al pizzetto

Delineare la forma del pizzetto

In questa fase potrete iniziare a dedicarvi ai dettagli, quelli che vi consentiranno di essere pienamente soddisfatti del vostro lavoro.

Sempre con il regolabarba senza testina dovrete andare a lavorare direttamente sui bordi del pizzetto, cercando di definirli con estrema precisione. Al momento del passaggio, le passate dovranno essere lente e precise.

Arrivati a questo punto, subentra un discorso di precisione. Infatti, dovrete accertarvi di regolare entrambi i lati del pizzetto in modo simmetrico, così che non vi sia più o meno barba da una singola parte.

Una volta che avrete ottenuto le misure ideali da entrambe le parti, potrete iniziare a definire il pizzetto creando degli angoli netti. Per fare ciò è importante effettuare dei movimenti dall’alto verso al basso; inoltre, dovrete prestare maggior attenzione laddove i lati del pizzetto si uniscono ai baffi e sotto al mento.

Una questione di perfezione

dare forma al pizzetto

Arrivati a questo punto, guardandovi allo specchio dovreste essere pienamente soddisfatti del vostro lavoro. Tuttavia, rimane ancora un ultimo passaggio da attuare, che vi consentirà di perfezionare il risultato ottenuto; in questo caso però, è doveroso passare al rasoio elettrico, lasciando da parte il regolabarba (consigliamo l’utilizzo di un rasoio elettrico di qualità, molto più veloce da utilizzare).

Affinché l’intera area intorno al pizzetto possa essere completamente liscia, non dovrete fare altro che radervi la barba.

Mantenimento dei risultati

Dopo aver effettuato questi quattro passaggi, non vi resta che prendervi cura del vostro pizzetto.

Innanzitutto, dovrete premurarvi di tagliare i peli superflui che nasceranno nel corso dei giorni successivi. Questi si presentano primariamente nei pressi delle guance, ma dovrete intervenire anche su collo, mento e baffi.

Per quanto riguarda il pizzetto, è bene regolare la lunghezza almeno una volta a settimana.

Tipi di pizzetto

In questo articolo vi abbiamo spiegato come fare il pizzetto classico, ma in realtà esistono decine di varianti diverse, da quelle più semplici a quelle più ricercate (e complesse da realizzare).

A seguire una carrellata di immagini con i tipi di pizzetto più famosi che si possano realizzare.