Come far crescere i capelli uomo, fra miti e realtà

come far crescere i capelli uomo

Se siete alla ricerca di informazioni su come accelerare la crescita dei capelli nell’uomo, dovrete rassegnarvi ad una certa ineluttabilità degli eventi.

Alcuni recenti studi, infatti, hanno evidenziato come i capelli, in genere, crescano mediamente intorno a 1,2 centimetri al mesi che corrispondono, più o meno, a 15 centimetri complessivi per anno solare.

Sono innumerevoli i prodotti cosmetici che promettono risultati strabilianti e raccontano di una crescita assai più sostenuta, ma sia la medicina che il buon senso invitano alla cautela in merito.

I risultati di crescita, infatti, non sono suffragati da dati scientifici certi per cui permane un certo scetticismo di fondo nell’accertare la reale valenza di tali prodotti.

Se non esistono ricette miracolose in grado di stravolgere il normale corso degli eventi, è altrettanto vero che è possibile apportare alcuni correttivi ed accorgimenti che possono influenzare, al contrario, la normale caduta dei capelli al termine del loro ciclo di vita.

Se la genetica ha un ruolo primario nel determinare la velocità di crescita dei capelli, è altrettanto importante conoscere tutti quei fattori che incidono, in misura diversa, sul normale ciclo di vita dei capelli.

Se desiderate approfondire il discorso, vi consigliamo di proseguire nella lettura per carpire tutti i segreti su come far crescere i capelli nell’uomo folti ma, soprattutto, sani, prevenendo così il rischio di caduta.

Come crescono i capelli?

La quantità dei follicoli piliferi presenti sul corpo umano è di circa 5 milioni; di questi almeno 100.000 albergano sul cuoio capelluto. Il ciclo vitale dei capelli può essere sintetizzato in 3 fasi ben distinte (nascita, crescita e caduta), ma da un punto di vista scientifico si articola in 4 periodi ben precisi:

  • Primo stadio: Anagen
  • Secondo stadio: Catagen
  • Terzo stadio: Telogen
  • Ultimo stadio: Kenogen
ciclo vita capelli uomo

La fase Anagen è il periodo iniziale della crescita. Tale periodo dura, in media, da due a sette anni; durante la fase si assiste alla formazione di tutte le strutture che compongono l’annesso pilifero e alla crescita del capello (nell’ordina di un centimetro circa al mese). E’ la fase più attiva nella crescita ed è più breve nella zona delle tempie e più lunga sulla nuca (nei soggetti che soffrono di calvizie il primo stadio dura in media 4 mesi per cui la crescita effettiva è accorciata ed il capello si avvia rapidamente alla caduta).

La fase Catagen, invece, è il secondo periodo che si osserva nel ciclo vitale del capello. Dura in media tre settimane ed è un periodo di riposo in cui il capello cresce verso la parte più esterna dell’epidermide e si allontana dal suo bulbo.

La fase Telogen è il periodo terminale del ciclo di vita del capello che cessa le sue funzioni vitali. Nella prima sotto-fase (Exogen) il capello, morto, perde i sistemi che lo tengono ancorato al follicolo mentre nella seconda sotto-fase (Teloptosi) il capello si distacca dal follicolo e cade.

L’ultima fase, chiamata Kenogen, invece è il periodo di riposo del follicolo che intercorre tra la caduta del capello ed il suo rimpiazzo con uno nuovo. In questo stadio il follicolo rimane vuoto nell’attesa di una nuova fase di rinascita.

Il ciclo vitale dei capelli è lo stesso che investe anche i peli presenti sul corpo, ma è caratterizzato da quattro fasi assai più lunghe; per questa ragione i peli sparsi sul corpo non crescono quanto i capelli.

Iscriviti alla Newsletter

Per ricevere via email coupon esclusivi e offerte limitate sui migliori prodotti per la cura del corpo maschile. Niente spam, provare per credere!

Cambiare stile di vita per far crescere capelli sani e prevenirne la caduta

Mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato può contribuire in maniera determinante a conservare un efficiente ciclo vitale del capello.

Scopriamo insieme quali piccoli e grandi accorgimenti possono aiutarci in misura sostanziale:

Dormire il giusto

dormire per capelli forti

Il sonno è un elemento dal quale non si può prescindere per godere di uno stile di vita adeguato: è durante la notte che avviene il rinnovo cellulare che incide significativamente anche sulla crescita dei capelli.

La teoria parla di almeno otto ore di sonno filato, ma sono accettabili anche un numero minore in relazione alle attitudini personali.

Scendere al di sotto delle sei ore, comunque, non è consigliato.

Ridurre al minimo le fonti di stress

La tensione emotiva e nervosa, l’ansia eccessiva e lo stress incidono pesantemente sul benessere psico-fisico di ciascuno di noi; l’aumento di adrenalina che caratterizza le fasi di stress acuto conduce il follicolo pilifero in una fase Telogen improvvisa: i follicoli piliferi vengono messi a riposo in maniera forzosa provocando un’inarrestabile fase di caduta.

La situazione, ad ogni modo, non è insanabile: con la progressiva riduzione di stress il follicolo torna a produrre i capelli che possono continuare la loro crescita.

Non “aggredire” i capelli

pettinare con garbo i capelli

Spazzolare energicamente i vostri capelli, sottoporli a trattamenti aggressivi che prevedono l’impiego di prodotti chimici (decolorazioni drastiche o frequenti e permanenti), l’uso sconsiderato di ferri e piastre liscianti può avere effetti deleteri sulla salute dei vostri capelli.

Usare un certo riguardo nei confronti dei vostri capelli li preserva da rotture e situazioni di disagio che possono condurre ad una crescita più lenta ed a un tono generale di salute non soddisfacente.

Smettere di fumare

Naturalmente il fumo non è causa primaria di calvizie, ma può esserlo in via indiretta: le tossine assimilate durante l’aspirazione di nicotina sembrano infatti causa di minor apporto di ossigeno e sangue al bulbo pilifero, che viene privato di un nutrimento essenziale e cessa, quindi, di funzionare correttamente.

Taluni esperti del settore, inoltre, hanno evidenziato un rapporto diretto tra un’alterazione chimica del sebo prodotto dal cuoio capelluto e la conseguente caduta dei capelli.

Quantunque non vi sia certezza assoluta in merito, smettere di fumare è sempre e comunque una buona idea per la propria salute.

Cosa mangiare

dieta per farsi crescere i capelli uomo sani

Un regime alimentare sano ed equilibrato è essenziale per mantenere la propria capigliatura vigorosa e per contrastare la perdita di capelli.

Via libera dunque a frutta, verdura, cereali e fibre, grassi insaturi e carni magre.

Alcuni recenti studi, inoltre, hanno evidenziato con ragionevole certezza che l’eccesso di zuccheri nel sangue non altera soltanto tessuti ed organi, ma anche la normale circolazione sanguigna; per questo ridotto apporto di sostanze nutritive il follicolo pilifero viene inibito nella sua normale funzione vitale provocando calvizie.

Per questa ragione è bene limitare il consumo bevande zuccherate e dolci, privilegiando alimenti sani ad elevato contenuto vitaminico, proteico e ricchi di ferro.

Verificare carenze di micronutrienti per la crescita dei capelli

L’apporto vitaminico necessario alla salute dei capelli è raggiungibile con un regime alimentare adeguato, ma in caso di carenze di micronutrienti è bene, dietro consiglio medico, assumere degli integratori alimentari specifici in grado di supplire a queste.

Vi consigliamo anche di valutare con il vostro medico di fiducia l’opportunità di dosare la quantità di ferro nel sangue spesso causata da squilibri nutrizionali e di apportare gli eventuali correttivi necessari per ripristinare i giusti quantitativi.

Prodotti per la crescita dei capelli per uomo

prodotti per far crescere i capelli uomo sani

Prendetevi sempre cura della salute dei vostri capelli e del cuoio capelluto utilizzando dei prodotti di qualità. Rivolgete la vostra attenzione a shampoo privi di additivi chimici e siliconi che possono risultare nocivi per la salute della vostra capigliatura e, se possibile, evitate di lavarvi i capelli ogni giorno per non privarli delle loro sostanze ed oli naturali (2, massimo 3 volte a settimana sono più che sufficienti).

Il balsamo è un prodotto indispensabile per nutrire e districare i vostri capelli, ma è bene non abusarne ed è necessario risciacquarlo accuratamente per non occludere i pori.

In via generale, dunque, è sempre opportuno leggere attentamente l’INCI dei prodotti che scegliete di utilizzare per limitare, per quanto possibili, irritazioni del cuoio capelluto e per migliorare sensibilmente la fibra e la salute dei vostri capelli.

Prevenire la calvizie maschile

La calvizie maschile, in via generale, è un tratto ereditario e non può essere arrestata del tutto. Prima di lasciarsi affliggere dall’ineluttabilità degli eventi, comunque, vi consigliamo di consultare un professionista sanitario del settore: se la calvizie non può essere debellata, può essere quanto meno rallentata con prodotti specifici che soltanto un medico può consigliare con sicurezza.

Diffidate invece da quei prodotti per far crescere velocemente i capelli dell’uomo, non tanto perché possano in qualche modo far male, ma perché in genere sono dei semplici integratori alimentari venduti a peso d’oro con nomi d’impatto.

Conclusioni

Volendo riassumere brevemente, possiamo ribadire che la crescita dei capelli (in media un centimetro al mese) è un elemento del tutto personale e fortemente influenzato dal profilo genetico dell’individuo. Nonostante ciò un regime alimentare adeguato inserito in un contesto di una vita sana e dinamica può essere di notevole supporto per mantenere una crescita soddisfacente dei capelli, mentre un’occhio di riguardo nella gestione della chioma aiuta a pervenire traumi e calvizie.

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required