Barba lunga: come curarla, taglio e mantenimento

Barba lunga come curarla taglio e mantenimento

Molti di voi mi hanno chiesto come curare la barba lunga, ed ecco che qui vi porto un tutorial completo che comincia da quando decidete, in primo luogo, di farvi crescere la barba. Spesso si pensa che ci siano delle analogie con i capelli, quindi che per avere una barba lunga ma curata sia necessario avere “il dono” della barba liscia e ordinata. Qui però i fattori genetici contano ben poco: sta a voi riuscire a seguire tutti i passaggi necessari per impostare al meglio questo percorso, mantenerlo nel modo giusto e regolarlo a vostro piacimento.

L’unico fattore genetico che conta è quello che fa da presupposto all’esistenza di una barba lunga: questa deve crescere in modo regolare, senza buchi, e presentare un aspetto abbastanza omogeneo in tutte le zone del viso quando non viene rasata da 2-3 settimane. Per il resto si può fare tutto. Bastano un po’ di tecnica, le informazioni giuste, i prodotti adatti e la voglia di prendersene cura.

Come impostare il percorso

Va bene chiedersi come staremmo con la barba lunga e come curarla. Ma credetemi, tra l’immaginazione e la pratica passa qualche mese in cui il percorso incomincia ad essere impostato. In questi mesi, oltre a non tagliare la barba, bisogna assolutamente evitare di modellarla o di farla modellare dal barbiere.

tenerla incolta per fare barba lunga

Il mio consiglio è quello di lasciarla del tutto incolta per 12 settimane, al termine delle quali potremo fare una valutazione del risultato che abbiamo ottenuto. Dovreste chiedervi:

  • La mia barba è cresciuta del tutto senza buchi?
  • Mi è cresciuta abbastanza uniformemente lungo tutto il viso?
  • Ha la tendenza ad essere omogenea?

Se la risposta a tutte queste domande è “sì”, o si avvicina molto ad un sì, questa fase di impostazione è andata a buon fine e potrete passare alla fase successiva.

Attenzione alle buone pratiche da osservare durante queste 12 settimane:

  • La barba va spazzolata ogni giorno con una spazzola apposita, in modo da evitare la formazione di nodi e lasciare che la crescita avvenga con il minimo dell’arricciamento;
  • Bisogna assolutamente osservare le giuste pratiche di pulizia: shampoo e balsamo per barba andranno applicati 3 volte a settimana, passando poi l’olio sulla barba quando è umida;
  • L’acqua utilizzata per la pulizia deve essere tiepida, non bollente;
  • Quando si passa il phon è meglio utilizzare una temperatura bassa e una velocità ridotta, in modo da ottenere un’asciugatura naturale.

So che vi sto chiedendo parecchio, ma che ci volete fare? In fondo una bella barba lunga e curata vale ben più di queste piccole accortezze.

Scelta del taglio e regolazione

Quando avete ottenuto una lunghezza soddisfacente, arriva il momento di tagliare.

L’abbinamento tra barba e forma del viso è molto importante, perché un taglio sbagliato rischia di diventare davvero una nota stonata ed estremamente visibile. Arrivati a questo punto, la cosa migliore da fare è guardare un po’ di foto per farsi un’idea e poi rivolgersi ad un professionista.

curare la barba lunga dal barbiere professionista

Impostare il taglio della barba dal barbiere è la soluzione ideale, perché si tratta di un momento abbastanza critico in cui un piccolo errore può mandare all’aria mesi di cure meticolose e tutte le speranze maturate davanti allo specchio. Meglio di no, davvero. Un professionista potrà aiutarvi a capire quale taglio si abbini meglio con il vostro viso ed il vostro aspetto, ogni quanto tornare da lui per rimetterlo a posto e darvi dei consigli in generale sulla manutenzione di quel taglio.

Ovviamente vi consiglio di informarvi molto bene sul barbiere dove andrete. Perché no, potreste anche cercarne uno che abbia una barba lunga e curata a sua volta. Su Google Maps ormai ogni attività ha le sue recensioni, in ogni caso, e leggendole ci si può sempre fare un’idea della qualità del servizio di un barbiere. Potete chiedere agli amici, ai vicini di casa o a chi preferite, ma cercate di scegliere un solo professionista a cui affidarvi e dal quale ritornare tutte le volte. Nel lungo termine, è la cosa migliore da fare.

Manutenzione e cura della barba lunga

Il barbiere è un valido aiuto, questo senza dubbio, ma è soltanto un modo per mettersi sulla strada giusta. Percorrerla è una cosa che rimane a voi, e che personalmente trovo molto rilassante. Io e la mia barba abbiamo un bellissimo rapporto, migliore di quello che avrei con delle piante se crescessi un giardino. Tenetelo a mente questo consiglio: la barba è prima di tutto una passione.

manutenzione barba lunga a casa

Detto questo, non voglio lasciarmi prendere da un discorso a cuore aperto. Voglio parlarvi di come continuare a fare in modo che la vostra lunga barba possa sempre dare il meglio di sé e rendervi fieri di portarla in giro ovunque andiate.

Prima di tutto bisogna continuare a praticare la pulizia con shampoo e balsamo per tre volte a settimana, un aspetto molto importante e necessario per la morbidezza e per la lucentezza della barba. Lo stesso vale per l’applicazione dell’olio e non di meno per il fatto di utilizzare quotidianamente la spazzola.

A questo punto viene in aiuto anche il regolabarba. Questo strumento vi servirà ogni volta in cui vedrete qualche porzione della barba fuori posto, così da poter intervenire subito e lasciare che la forma sia sempre quella impostata nel salone del barbiere. Salone in cui solitamente è bene tornare ogni 6-8 settimane, in modo da mantenere sempre il taglio ben netto e curato.

MiglioreQualità/prezzoPopolare
Philips BT9297/15 Serie 9000 Regolabarba con Guida...Philips BT5501/16 Serie 5000 Regolabarba, Utilizzo con...Philips QP2520/30 OneBlade per Radere, Regolare e...
Philips Series 9000 BT9297/15Philips Series 5000 BT5501/16Philips QP2520/30 One Blade
Voto: 9,12/10Voto: 8,6/10Voto: 8,1/10
Vedi offerta su AmazonVedi offerta su AmazonVedi offerta su Amazon

regolare barba lunga con regolabarba

Questione di micronutrienti

Vi voglio lasciare con qualche conclusione interessante, parlandovi di micronutrienti. Sono sostanzialmente vitamine, sali minerali e altre sostanze non necessarie alla produzione di energia del corpo ma importanti per il benessere dell’organismo. Tutto l’organismo. Anche, anzi, soprattutto la barba.

Per massimizzare la crescita i micronutrienti più importanti sono:

  • Vitamina D3;
  • Tutte le vitamine del gruppo B, in particolare B2, B3 e B12 e ancora di più la B8, nota come biotina.

Queste sostanze sono naturalmente contenute in quello che mangiamo e beviamo, ma in ogni caso possono essere integrate con dei prodotti appositi per favorire la crescita ed il benessere della barba. Nelle prime settimane, il mio consiglio è quello di non farvi scappare almeno un prodotto a base di queste sostanze; per esperienza, ne beneficeranno anche i baffi ed i capelli.