Barba corta curata: come fare e stili di tendenza

barba corta curata e rifinita

La barba corta è uno degli stili più apprezzati del momento, sia dagli uomini che dalle donne. Grazie a questo taglio di barba infatti, le linee del viso appaiono più marcate, offrendo maggior definizione.

Ciò che ne risulta è un’immagine più virile e sexy.

Tuttavia realizzare, mantenere e curare la barba corta richiede il conseguimento di una serie di passaggi. Scopriamoli insieme, ma prima vediamo in quali casi scegliere questo look.

La barba corta fa al caso mio?

Prima di addentrarci nei dettagli per ottenere un risultato impeccabile, è importante conoscere il ruolo della barba corta. Questo taglio infatti, come tutti gli altri, deve adattarsi alla forma del proprio viso.

Una bella barba corta curata sta bene a chi ha un viso equilibrato nella forma, ovale o rotondo, ma anche a chi ha una bella forma definita e squadrata, come il viso rettangolare o quadrato.

barba corta curata sta bene ai visi squadrati

Al contrario, chi ha guance e mandibola poco pronunciate dovrebbe preferire dei tagli di barba più lunghi, in modo da creare volume e riequilibrare la situazione.

Queste chiaramente sono linee guida che possono essere totalmente ignorate, in favore dei vostri gusti o delle vostre esigenze (non tutti possono ottenere una barba lunga).

Come realizzare una barba corta e rifinita

Dopo aver visto a chi sta “meglio” la barba corta, passiamo alla pratica. Nei paragrafi successivi infatti vi mostrerò le tecniche, gli strumenti e le modalità migliori per ottenerla.

1. Crescita e regolazione della lunghezza

regolare barba corta step by step

Il primo passo da compiere è quello di far crescere la barba per qualche giorno, meglio se fino al raggiungimento di almeno 1 cm di lunghezza.

A questo punto, con l’aiuto del regolabarba, si può iniziare a regolare la lunghezza della barba; conviene procedere per step, di millimetro in millimetro, fino al raggiungimento della lunghezza che più si preferisce.

Il taglio può essere omogeneo in tutte le zone, ma chi volesse ottenere un risultato meno scontato può tenere le zone del mento e dei baffi qualche millimetro più lunghe rispetto a guance e collo, o viceversa.

Non avete un regolabarba? Allora consultate la nostra guida all’acquisto del miglior regolabarba. Se non avete tempo da perdere, acquistate direttamente questo:

2. Definizione dei bordi

rifinire barba corta con il regolabarba

Ottenere una barba corta e rifinita richiede, appunto, la definizione dei bordi. Per fare ciò basta rimuovere il pettine del regolabarba e iniziare a delimitare i bordi su guance e collo.

In questo caso non ci sono particolari regole da seguire.

In genere si preferisce rimanere esattamente al di sopra del pomo d’Adamo, ma il tutto è modellabile in base ai propri gusti; ad esempio, chi sceglie lo stile sottogola tiene la linea delle guance molto bassa e quella del collo molto alta.

3. Rifinitura della barba corta

rimuovere eccedenze bordi con il rasoio

Il regolabarba non rade a zero, quindi l’ultimo passaggio è proprio quello di rimuovere totalmente i peletti che non rientrano nei bordi che avete delineato.

Per fare ciò si deve passare all’uso di un rasoio; se non ne avete uno e non sapete quale scegliere, consiglio un modello elettrico.

Leggi anche: Miglior rasoio elettrico

Come curare la barba corta per tenerla rifinita e in salute

come curare la barba corta? con i giusti prodotti

Come curare la barba corta? E’ chiaro che la prima cosa da fare è tenerla costantemente corta, quindi ogni 2-3 giorni è importante munirsi di regolabarba e rasoio per ritoccare le lunghezze e conservare la definizione dei bordi.

In secondo luogo bisogna prendersi cura della propria barba nello stesso modo di qualsiasi altro stile, quindi esfoliazione del viso almeno su base settimanale e applicazione giornaliere di un buon olio da barba nutriente ed idratante, come questo della linea King C. Gillette.

Esempi di tagli di barba corta popolari

Barba dei tre giorni

La barba dei tre giorni, o barba incolta, è uno stile semplice ma attraente e in grado di scolpire il viso maschile. Ottima anche per chi presenta buchi nella barba.

Barba dei tre giorni

Barba sottogola

Distintivo e facile da realizzare, la barba sottogola è un taglio classico ma ancora oggi di tendenza. Ottimo per chi come me ha pochi peli sulle guance.

Barba sottogola

Short boxed beard

Uno stile rifinito, consigliato a chi vuole tenere la barba corta pur avendola molto densa. Attenzione alla barba sul collo: la linea deve combaciare con il pomo d’Adamo.

Short boxed beard

Beardstache

Molto inglese, Beardstache coniuga la barba dei tre giorni con dei bei baffi pieni. Semplice ma “stiloso”.

Beardstache

Barba circolare

La barba circolare, o pizzetto completo, è un altro stile semplicissimo da realizzare (basta il regolabarba e un rasoio) che rende enormemente attraente chi lo indossa.

Barba circolare
Torna su